SEZIONI NOTIZIE

Fantacalcio vintage, OGGI CON DARIO HÜBNER

di Redazione Tuttofantacalcio
Fonte: Fabio Salis
Vedi letture
Foto

Nome: Dario Hübner
Nato il: 28/04/1967
Ruolo: attaccante
Squadre in Serie A: Brescia, Piacenza, Ancona, Perugia (giocatore)

"Alla mia epoca un giocatore di 30 anni in Serie A era già vecchio, quindi nessuna "grande" squadra ha voluto rischiare di acquistarmi pensando che potessi smettere di fare gol da un anno all'altro. Rispetto ai miei tempi il centravanti è diventato oggi più un giocatore di squadra, torna a centrocampo, si fa vedere e crea spazi per gli altri giocatori. Invece una volta stava avanti ed aspettava i due esterni o che il trequartista lo mettesse in condizione. In carriera ho avuto tantissimi compagni di squadra bravissimi che mi hanno messo in condizione di fare, come Pirlo e Roberto Baggio a Brescia, Poggi, Gautieri e Di Francesco a Piacenza. Sono affezionato ad entrambi i soprannomi "Tatanka" e "Bisonte", il primo significa bisonte in lingua sioux". Così Dario Hübner, durante la chiacchierata con noi sul canale Instagram, ci ha raccontato la sua carriera e come sia cambiato oggi il mondo del calcio, mentre sul discorso fantacalcio ci ha rivelato: "io non ho mai giocato, ma mio figlio sì ed è bravissimo. A volte mi chiede dei consigli, ma io non mi azzardo mai perché secondo me al fantacalcio bisogna avere molta fortuna, oltre che prendere i calciatori giusti. Se pensi ai giocatori che possono far gol, possono segnare tutti."

La peculiarità della carriera di Hübner è stata quella di aver vinto il titolo di capocannoniere in A, B e C1, l'unico ad esserci riuscito insieme ad Igor Protti, rispettivamente con Piacenza, Cesena e Fano. L'attaccante triestino iniziò a giocare nella stagione 1987/1988 nel campionato interregionale tra le fila dell' Euromobil Pievigina, dove racimolò 25 presenze e 10 reti. Nelle successive stagioni attirò l'attenzione dei club professionisti e "Tatanka", come soprannominato dai suoi sostenitori, giocò tra le fila del Pergocrema e del Fano nei campionati prima di C2 e poi di C1 tra il 1988 e il 1992 (con i lombardi giocherà in tutto 30 partite, mettendo a segno 6 reti; con i marchigiani 88 gare e 24 reti): "all'inizio in C1 a Fano giocavo da esterno, Guidolin è stato l'allenatore che mi ha insegnato i movimenti. Avevo una gran forza fisica, ma come giocatore pensavo poco e quindi lui mi ha insegnato dei concetti e movimenti". Nel 1992 ci fu la svolta per la sua carriera, in quanto arrivò la chiamata del Cesena, club che allora militava nel campionato cadetto, e con il quale l'attaccante iniziò a mostrare davvero di che pasta era fatto: in cinque stagioni di Serie B mise a segno la bellezza di 74 reti in 166 presenze, andando ogni anno in doppia cifra. Il suo rendimento migliore in termini realizzativi tra le fila dei romagnoli fu nel campionato 1995/1996 quando mise a segno 22 reti in 36 presenze e si aggiudicò il titolo di capocannoniere del campionato cadetto.

Nell'estate del 1997 ci fu il trasferimento a Brescia, dove finalmente Hubner, a trent'anni suonati, ebbe l'occasione di confrontarsi con la Serie A: il primo campionato nella massima serie fu indimenticabile con 16 reti messe a segno in 30 partite, andando a segno già nella prima giornata contro l'Inter e realizzando una tripletta contro la Sampdoria nella seconda di campionato. Nonostante l'ottimo rendimento dell'attaccante le rondinelle a fine campionato retrocederanno in B e rimarranno nel Purgatorio della serie cadetta per due stagioni, in cui Hubner racimolerà complessivamente 68 presenze e ben 42 reti. Nella stagione 2000-2001 il Brescia fece ritorno in Serie A con alla guida mister Carlo Mazzone e la coppia di titolari in attacco sarà composta proprio da Hubner e da Roberto Baggio, con l'albanese Tare pronto a subentrare. Quel campionato fu ottimo per "Tatanka", in quanto riuscirà a trascinare i lombardi alla qualificazione alla Coppa Intertoto, grazie anche alle sue 17 reti in 31 presenze.

Nell'estate del 2001 il Piacenza, neopromosso nella massima serie, offrì la cifra di 6 miliardi di lire e si accaparrò il giocatore. La stagione 2001/2002 fu memorabile sia per gli emiliani che per l'attaccante: la squadra conquistò la salvezza e Hübner mise a segno la bellezza di 24 reti in 33 partite, guadagnandosi a fine stagione il titolo di capocannoniere del campionato in coabitazione con lo juventino David Trezeguet. E non solo: è stato anche, fino al 2015 quando Luca Toni a 38 anni vinse questa speciale classifica, il giocatore più anziano ad aver vinto la classifica cannonieri in A. L'estate successiva il Milan decise di premiare la sua ottima stagione ingaggiandolo in prestito per la tournée americana, poi il giocatore fece ritorno a Piacenza, ma, nonostante il suo ottimo rendimento anche nella stagione 2002/2003 (14 reti in 27 presenze), gli emiliani retrocessero in B. Il giocatore andrà via da Piacenza come l'attaccante che ha segnato più gol in Serie A nella storia del club (38).

Il 2003 fu l'anno in cui Hübner si trasferì all'Ancona, squadra neopromossa in A e rimase lì per sei mesi, dove, coinvolto in un progetto che si rivelò disastroso, racimolò 9 presenze senza segnare. A gennaio si trasferì al Perugia, sempre in A, dove mise a segno 3 reti in 13 partite. A fine stagione gli umbri retrocedettero in B dopo il famoso spareggio con la Fiorentina. Nel 2004/2005 scese di categoria, in C1, con il Mantova dove, con le sue 7 reti in 23 partite, diede un contributo per la promozione in B dei lombardi. Dal 2005 al 2011, ha trascorso gli ultimi anni della sua carriera tra i dilettanti tra le fila del Chiari e del Rodengo Saiano (18 reti in totale in due stagioni in D con le compagini) e nel campionato di Eccellenza con l'Orsa Corte Franca, il Castel Mella e il Cavenago.

Dopo essersi ritirato ha ricoperto il ruolo di allenatore nei campionati di Eccellenza e Serie D con il Royale Fiore e l'Atletico Montichiari, tra il 2013 e il 2014.

Concludiamo l'articolo con le due formazioni top della Serie A scelte da Hübner, una relativa al passato e una all'attuale presente.

TOP 11 VINTAGE:

4-2-3-1

Peruzzi

Cafù - Stam - Nesta - Maldini

Pirlo - De Rossi

Ronaldo - Baggio - Totti

Batistuta

All. Novellino

TOP 11 ATTUALE:

4-2-3-1

Handanovic

Di Lorenzo - De Vrij - Chiellini - A. Sandro

Tonali - Brozovic

Cristiano Ronaldo -Eriksen - Douglas Costa

Lukaku

All. Conte

Diventa Fan su FACEBOOK
Seguici su TELEGRAM
Seguici su INSTAGRAM
Altre notizie
Martedì 26 maggio 2020
11:00 Borsino di TFC Fantacalcio vintage, OGGI CON FRANCELINO MATUZALEM
Lunedì 25 maggio 2020
11:00 Borsino di TFC Fantacalcio vintage, OGGI CON AMAURI
Sabato 23 maggio 2020
11:00 Borsino di TFC Fantacalcio vintage, OGGI CON ALBERTO FONTANA
Venerdì 22 maggio 2020
11:00 Borsino di TFC Fantacalcio vintage, OGGI CON ALESSANDRO COSTACURTA
Giovedì 21 maggio 2020
11:00 Borsino di TFC Fantacalcio vintage, OGGI CON FRANCESCO COZZA
Mercoledì 20 maggio 2020
11:00 Borsino di TFC Fantacalcio vintage, OGGI CON SANDRO TOVALIERI
Martedì 19 maggio 2020
11:00 Borsino di TFC Fantacalcio vintage, OGGI CON CIRO CAPUANO
Lunedì 18 maggio 2020
11:00 Borsino di TFC Fantacalcio, OGGI CON MARCO MANCOSU
Sabato 16 maggio 2020
11:00 Borsino di TFC Fantacalcio vintage, OGGI CON ANDREA LAZZARI
Venerdì 15 maggio 2020
11:00 Borsino di TFC Fantacalcio vintage, OGGI CON DARIO HÜBNER
Giovedì 14 maggio 2020
11:00 Borsino di TFC Fantacalcio vintage, OGGI CON DIEGO FUSER
Mercoledì 13 maggio 2020
11:00 Borsino di TFC Fantacalcio vintage, OGGI CON GUILLERMO GIACOMAZZI
Martedì 12 maggio 2020
11:00 Borsino di TFC Fantacalcio vintage, OGGI CON ANDREA SONCIN
Lunedì 11 maggio 2020
11:00 Borsino di TFC Fantacalcio vintage, OGGI CON OBERDAN BIAGIONI
Sabato 09 maggio 2020
11:00 Borsino di TFC Fantacalcio vintage, OGGI CON STEFANO FERRARIO
Venerdì 08 maggio 2020
11:00 Borsino di TFC Fantacalcio vintage, OGGI CON ALESSANDRO ALTOBELLI
Giovedì 07 maggio 2020
11:00 Borsino di TFC Fantacalcio vintage, OGGI CON ARTURO DI NAPOLI
Mercoledì 06 maggio 2020
11:00 Borsino di TFC Fantacalcio vintage, OGGI CON ADRIAN RICCHIUTI
Martedì 05 maggio 2020
11:00 Borsino di TFC Fantacalcio vintage, OGGI CON ANDREA SOTTIL
Lunedì 04 maggio 2020
11:00 Borsino di TFC Fantacalcio vintage, OGGI CON JEDA